Il Papa: essere gay resti illegale

celestino_migliore«Non depenalizzate l’omosessualità». L’appello arriva dal Vaticano che ieri ha duramente criticato l’iniziativa con cui la Francia si prepara a chiedere alle Nazioni unite, a nome dei 25 paesi dell’Unione europea, la cancellazione del reato di omosessualità in tutti quei Paesi, in tutto 91, in cui è ancora in vigore. Ad attaccare la proposta, che si basa su un principio fondante dell’Unione europea come l’uguaglianza dei diritti tra le persone a prescindere dalla nazionalità di origine, dalla religione e dall’orientamento sessuale, è stato ieri monsignor Celestino Migliore, rappresentante della Santa Sede proprio presso le Nazioni unite. Parlando all’agenzia francofona I.Media, l’alto prelato ha spiegato come la Chiesa sia contraria alle discriminazioni nei confronti dei gay «ma – ha aggiunto – qui la questione è un’altra. Con una dichiarazione di valore politico, sottoscritta da un gruppo di Paesi, si chiede agli Stati e ai meccanismi internazionali di attuazione e controllo dei diritti umani di aggiungere nuove categorie protette contro la discriminazione, senza tener conto che, se adottate, esse creeranno nuove e implacabili discriminazioni».
La paura del Vaticano, in sostanza, è quella che abolendo il reato di omosessualità si possa poi automaticamente arrivare al riconoscimento di nuovi diritti, come ad esempio la possibilità per due persone dello stesso sesso di sposarsi. E per far capire quali rischi, secondo il Vaticano, questo potrebbe portare, monsignor Migliore spiega: «Per esempio gli Stati che non riconoscano l’unione tra persone dello stesso sesso come ‘matrimonio’ verranno mesi alla gogna e fatti oggetti di pressioni».
Il Vaticano sembra dunque preoccuparsi più delle eventuali pressioni che gli Stati inadempienti potrebbero ricevere, della possibilità concreta per un omosessuale di essere punito con il carcere, o peggio con la morte.
L’iniziativa francese per la depenalizzazione universale dell’omosessualità è stata annunciata nel maggio scorso in occasione della giornata internazionale contro l’omofobia dal segretario di Stato ai diritti umani Rama Yade. «Un’iniziativa europea – spiegò in quell’occasione Yade – che sarà portata davanti all’assemblea generale delle Nazioni unite durante il semestre francese di presidenza», e che dovrebbe attuarsi il prossimo 10 dicembre in occasione del 60esimo anniversario della dichiarazione dei diritti umani. Proprio l’avvicinarsi della scadenza ha spinto il Vaticano a scendere in campo in maniera così pesante.
Per quanto poco discusso, quello delle discriminazioni nei confronti dei gay è un tema attualissimo. Sono ben 91, infatti, i Paesi in cui amare una persona dello stesso sesso è considerato un reato e in ben sette di questi (Iran, Mauritania, Sudan, Emirati Arabi Uniti, Yemen, Arabia Saudita e Nigeria) viene punito con la pena di morte.
Senza arrivare a questi casi estremi, più frequenti sono i casi di insulti nei confronti degli omosessuali. A partire proprio dalla Francia dove, nonostante alcune leggi avanzate come i Pacs, che consentono l’unione tra persone dello stesso sesso, gli attacchi non mancano. Come dimostrano gli insulti di Christian Vanneste, deputato dell’Ump, il partito del presidente Sarkozy, che per spiegare la sua contrarietà a un disegno di legge che punisce chi offende i gay, nel 2004 spiegò come l’omosessualità sia «inferiore all’eterosessualità e, se diffusa universalmente, pericolosa per l’umanità». Condannato nel gennaio del 2007, Vanneste si è visto annullare la condanna il 12 novembre scorso dalla Corte di cassazione francese.
La posizione espressa da monsignor Migliore non convince Rocco Buttiglione, propenso più a credere una errore da parte delle agenzie di stampa. «Non mi risulta che la Chiesa cattolica sia contraria alla depenalizzazione del reato di omosessualità», ha commentato infatti il deputato dell’Udc. dure, invece, tutte le altre reazioni. «parole gravissime», per il segretario di Rifondazione comunista Paolo Ferrero, mentre per l’Arcigay la posizione del Vaticano si prefigura come un vero e proprio atto di condanna a morte contro i milioni di gay di lesbiche che hanno la sfortuna di abitare in paesi sanguinari». E Imma Battaglia, leader dei diritti delle persone gay, promette: «Se necessario siamo pronti a manifestare anche in Vaticano».

Di Leo Lancari su il manifesto del 02/12/2008

Facciamo Breccia: un motivo in più per il No Vat del 14 febbraio 2009

Annunci

2 Risposte to “Il Papa: essere gay resti illegale”

  1. baruda Says:

    Complimenti per il blog..

  2. Morena Says:

    …credo, appunto, queste parole siano già, per i milioni di gay e lesbiche, una morte e mortificazione interiore ben più grave di quella che la pena di morte può determinare nei 91 paesi in cui è ancora vigente.
    non è, per quanto può sembrarlo, un’ovvietà…pensate a come si sente e a quello che sente, prova, vive un omosessuale ancora oggi, oggetto di discriminazione fisica, sociale, culturale e a cosa può vivere e sentire udendo parole come queste!
    la strada è ancora lunga ma i paesi in cui di passi avanti in questo senso se ne sono fatti devono esserci “guida” nel continuare a sostenere i diritti di questa gente “diversa”…ma diversa da chi? da cosa? noi “normali” viviamo la nostra vita relazionale e la nostra sessualità tutti allo stesso identico modo???
    in questo ambito ci sono vari aspetti emergenti ancora da indagare (come la questione delle adozioni per le coppie omosessuali) e, da psicologa, anche io oggi non ho ancora molte risposte ma di certo una possibile risposta deve tenere conto di molteplici aspetti, necessita di studi, di indagini, di apertura mentale e di cultura, di senso condivisione e rispetto.
    comunque affermazioni del genere sono davvero rivoltanti e, ahimè, non sono purtroppo in numero esiguo. CONTINUONS LE COMBAT!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: