Dalla Lista al coordinamento: il progetto unitario va avanti!

Logo Sinistra anticapitalistaProbabilmente è solo un nome provvisorio ma dà il senso dell’operazione preannunciata più volte durante la campagna elettorale: Coordinamento della lista anticapitalista e comunista.

 

 

Sarà visibile già sabato prossimo nella piazza del gay pride romano, poi nella campagna referendaria, il 4 luglio a Vicenza e nelle scadenze contro il G8. Una riunione tra Paolo Ferrero, Oliviero Diliberto e Cesare Salvi ha deciso ieri di rendere stabile la connessione tra Rifondazione comunista, il Pdci e Socialismo 2000, i tre soggetti che hanno corso insieme alle europee. Il lavoro comune proseguirà nell’obiettivo della costruzione di un polo politico dei comunisti e della sinistra, rivolto a tutte le culture critiche, autonomo dal Partito democratico, che abbia al centro l’estensione dei diritti dei lavoratori, la tutela dell’ambiente, la pace, la democrazia e quindi l’opposizione intransigente alle politiche del governo Berlusconi e della Confindustria. Nei prossimi giorni si terranno incontri con esponenti di forze politiche, culturali e sociali per verificare la possibilità di allargare l’esperienza della Lista e dar vita ad un processo di aggregazione della sinistra di alternativa. Il contrario di una chiusura identitaria, dunque, anche se a nessuno dei soci del coordinamento sfugge la difficoltà di scrollarsi di dosso l’immagine retrò cucita sull’esperienza dei comunisti dai grandi media. 

Ricette non ne ha in tasca nessuno. La ricerca, promette Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione comunista, sarà a tutto campo, a 360 gradi. L’obiettivo è quello di descrivere un percorso di larga partecipazione per «la riorganizzazione della sinistra d’alternativa a tutti i livelli – dice Ferrero a Liberazione subito dopo l’incontro – teorico, culturale, politico e antropologico». Un tema già annunciato il giorno prima nella riunione di direzione nazionale che ha dovuto stilare un primo bilancio del risultato elettorale. Entro stasera sarà pronto il documento, e probabilmente sarà unitario, sul quale discuterà, sabato e domenica il comitato politico nazionale, il parlamentino del Prc. Un appuntamento al quale la segreteria arriverà rimettendo il mandato. Un passaggio «irrituale», certamente inedito. «Non sono le dimissioni di cui parlano alcuni quotidiani – spiega Ferrero – né un abbandono del campo. E’ un passaggio per consentire una discussione serena all’organismo che ti ha eletto. Domenica se ne esce con gli organismi dirigenti in grado di lavorare».

Dopo lunghe consultazioni telefoniche, più volte al giorno, ieri i tre segretari si sono incontrati per due ore servite a far compiere i primi passi al coordinamento di cui esisteranno anche strutture territoriali e due gruppi di lavoro centrali: uno che scriverà le regole dello stare insieme, e un altro che stilerà un documento politico per organizzare un grande appuntamento prima dell’estate. «Il processo di riunificazione, con oggi ha un’accelerazione», spiega un telegrafico Oliviero Diliberto, segretario generale del Pdci. «Il percorso è a due tappe – dice Cesare Salvi, presidente di Socialismo 2000 – con questo coordinamento rafforziamo l’intesa tra chi ha animato la lista anticapitalista. Stiamo lavorando ai meccanismi organizzativi e al documento politico ma la proposta la lanciamo a tutta la sinistra politica, sociale e culturale, a chiunque voglia impegnarsi su questa prospettiva». Salvi sottolinea l’assoluta autonomia politica e culturale del progetto: «Sl sbaglia ad avere un atteggiamento cedevole rispetto al Pd», dice a proposito dello scambio di lettere tra Vendola e Giovanna Melandri con cui il governatore delle Puglie chiede al Botteghino di avere una «grande visione». «Sarebbe più forte una sinistra unitaria – insiste Salvi – altrimenti si rischia di moltiplicare l’errore delle liste contrapposte. I segnali non sono positivi ma credo si debba lavorare per riunificare le forze proprio a partire da Sl sulla base di punti poitici comuni da individuare». La presidenza ristretta di Socialismo 2000 tornerà a incontrarsi dopo i ballottaggi per organizzare un suo evento in vista del grande appuntamento di luglio. «La delusione c’è stata – ammette Salvi – ma c’è anche una grande determinazione ad andare avanti».

«Le avance di Sl al Pd muovono da un’analisi sbagliata perché fa finta che non ci siano più le due sinistre – avverte Paolo Ferrero – e non si rende conto che solo una delle due, quella d’alternativa, è stata sconfitta. L’altra persegue sulla solita strada di subalternità alla Confindustria».Segnali di sfilacciamento nell’orbita di Sl: il risultato elettorale francese ha riacceso l’orgoglio verde. Angelo Bonelli, dei Verdi, sollecita la componente ecodem ad uscire dal Pd per costruire assieme «la casa comune di tutti gli ecologisti, una forza che trasversalmente, non schiacciata a sinistra, parli a tutti». Commentando l’intervento di Roberto Della Seta e Francesco Ferrante, che auspicano una guida ambientalista per il Pd, Bonelli risponde che «le ragioni dell’ecologismo dentro il Pd sono estremamente minoritarie, marginali e contraddittorie». Il socialista Nencini rispolvera la lezione di Matteotti per perimetrare in funzione anticomunista il futuro dell’alleanza Sl. Il parlamentino socialista, ieri, ha votato all’unanimità un documento in cui si conferma: «L’assoluta urgenza di riportare Sinistra e Libertà al progetto originario, destinato alla costruzione di una sinistra nuova, riformista, laica, ambientalista, che guardi al futuro e non a ideologie comuniste e massimaliste del passato, di cui è e resta antagonista». 

Di Checchino Antonini su Liberazione dell’11/06/2009

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: