Gaza, un anno dopo

Ad un anno esatto dall’aggressione israeliana, una delegazione internazionale cercherà di entrare a Gaza per porre l’attenzione dell’opinione pubblica sulla condizione che ancora continua a vivere la popolazione civile. Recenti indagini mediche rilevano un aumento di malformazioni nei bambini nati in quest’anno, a causa dell’uso del fosforo bianco durante la mattanza operata sulla popolazione civile l’anno scorso. Non solo: la popolazione della Striscia continua a vivere un ingiustificabile embargo di tutti i generi primari e vive in una vera e propria prigione a cielo aperto. Per queste ragioni è nata la Gaza Freedom March, la marcia mondiale per chiedere diritti, libertà e giustizia per il popolo palestinese. Questo è il sito ufficiale della Marcia (link a: http://www.gazafreedommarch.org/article.php?list=type&type=416) a cui hanno aderito organizzazioni da tutto il mondo. Dall’Italia sono oltre cento i partecipanti, molti dei quali stanno giungendo il Cairo in queste ore insieme alle organizzazioni Action for Peace e Forum Palestina. Per il Pdci sarà presente Maurizio Musolino, responsabile Medio Oriente mentre per Rifondazione Comunista Francesco Maringiò, responsabile Solidarietà Internazionale.

Il presidente egiziano si oppone all’apertura del valico di Rafah, rendendo così impossibile l’accesso dei delegati stranieri alla Striscia di Gaza

LEGGI LA LETTERA APERTA AL PRESIDENTE MUBARAK DALLA “GAZA FREEDOM MARCHCLICCANDO QUI

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: