MAI DIRE…M5S!

Beppe GrilloSi sono aperte oggi le “parlamentarie”, ovvero le “primarie” in salsa grillina per scegliere i candidati del Movimento 5 Stelle alle prossime elezioni politiche. Tuttavia, sulla gestione di quello che – a detta degli anchorman più accreditati – è il metodo più innovativo, democratico e trasparente per abbattere la “casta” e far largo finalmente alle nuove leve, permangono moltissimi dubbi, ben sintetizzati in 20 domande che da qualche giorno girano in rete e a cui, naturalmente, non è stata fornita alcuna risposta.

1 – Chi è o chi sono gli amministratori del Portale?

2 – Dove è fisicamente il server su cui è il Portale?

3 – Chi ha accesso alle informazioni sensibili?

4 – Come vengono scelte le persone che hanno accesso al Portale come amministratori?

5 – Quali metodologie di sicurezza vengono adottate?

6 – Quanti iscritti vi sono sul Portale?

7 – Quanti degli iscritti operano regolarmente?

8 – Come sono suddivisi per regione e provincia gli iscritti e gli attivi?

9 – Come si pensa di garantire trasparenza nelle votazioni?

10 – Chi e come certificherà che le votazioni sono libere, reali e che il conteggio sarà corretto?

11 – I verbali dei risultati come verranno resi pubblici?

12 – Si prevedono “terze parti” che saranno abilitate al controllo e alla certificazione del voto?

13 – Nel caso di problemi di accesso o di attacco hacker, come si pensa di rendere possibile il voto?

14 – Sarà possibile per tutti i cittadini verificare le operazioni di voto, scrutino e proclamazione degli eletti?

15 – Nel caso di controversie o ricorsi chi e come si deciderà?

16 – Ogni votante avrà una certificazione dell’avvenuto voto verificabile in ogni momento anche a valle della chiusura delle votazioni?

17 – Le informazioni sul voto essendo dati estremamente sensibili, da chi verranno gestite, archiviate e rese inaccessibili?

18 – Come verranno proclamati gli eletti?

19 – Vi sono state deroghe per la scelta dei candidati, ripeetto alle varie regole, post e comunicati politici?

E, SOPRATTUTTO,

20 – Quale sarà la “struttura di comunicazione” che sarà destinataria dei fondi dei gruppo parlamentari?

Si, perché è proprio questo il punto su cui Grillo ha innanzitutto il dovere di fare chiarezza, visto che gli aspiranti candidati, per essere tali, hanno dovuto sottoscrivere una dichiarazione in cui si delega in modo esclusivo al raìs del movimento la gestione dei fondi pubblici che i gruppi parlamentari riceveranno alla Camera e al Senato per la loro attività.
Ad ogni modo, mentre si attendono le necessarie delucidazioni, iniziano lentamente ad avere un volto i c.d. “grillini” chiamati ad interpretare  – c’è da scommetterci – la straordinaria voglia di cambiamento che spira nel Paese. ECCONE UNA RAPPRESENTATIVA SELEZIONE.
 
Annunci

Una Risposta to “MAI DIRE…M5S!”

  1. Primarie del M5S in Sicilia e a Enna. “Cari grillini, siete degli imbecilli!” « Insorgenze d'alta quota Says:

    […] primarie del M5S. Fino alla fine nè Grillo nè Casaleggio hanno fornito risposte alle 20 domande di cui si è già parlato, contribuendo così ad infittire la coltre che sin dall’inizio s’era addensata su […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: