Archive for the ‘Repressione’ Category

#Italicum, peggio della Legge Acerbo voluta dal fascismo

13 marzo, 2014

Matteo RenziGiacomo AcerboAdesso che la legge elettorale, concordata fra Renzi e Berlusconi ma effettivamente scritta da Verdini, è stata approvata da un ramo del Parlamento, la realtà ci dimostra quanto sia utile un sistema bicamerale come clausola di salvaguardia per garantire che le decisioni politiche più importanti non siano assunte nella fretta e con l’inganno.

(more…)

Buon #8Marzo, perché la tua è pelle ribelle!

8 marzo, 2014

Io sono mia«(…) voglio che ci sia que­sto pro­blema, donna-uomo, e basta. Un giorno uno mi dice ‘non c’è tanto’. No, no, no… io la mat­tina dopo mi rialzo e il pro­blema c’è (…), per­ché una donna deve sem­pre tenere pre­sente il fatto che sta lot­tando, però, per poter godere di una parte di felicità».

Carla Accardi in C. Lonzi et al., Autoritratto, De Donato, Bari 1969

(more…)

Noi, donne e femministe, stiamo con #Tsipras

1 marzo, 2014

FemministeSiamo donne con percorsi differenti in movimenti femministi, sociali, pacifisti, laici. Ci lega la convinzione che lo spazio della politica debba essere riempito dalle nostre differenti soggettività per trasformare la società intera. Donne consapevoli e coscienti di sé, capaci di porsi come “l’imprevisto della storia”.

(more…)

La paura del maschio

15 febbraio, 2014

MaschileCome stanno facendo i conti, gli uomini, con il loro essere maschi e con la libertà femminile? Si può pensare che anche gli uomini politicamente corretti continuino a incassare una sorta di “dividendo” dall’azione estrema, violenta, compiuta da coloro che continuano a sottomettere le donne? Che cos’è la “polizia di genere”? In una ridefinizione dei ruoli più paritaria la cavalleria si può tenere o è da buttare?

Intervista a Sandro Bellassai, docente di Storia contemporanea presso l’Università di Bologna e membro dell’associazione “Maschileplurale

(more…)

Sulle Foibe un giorno per tutti i ricordi

9 febbraio, 2014

Foiba di Basovizza10 febbraio, Giorno del Ricordo. Ecco il racconto del contesto che gli italiani non conoscono: dal «fascismo di frontiera» degli anni ’20, dai crimini dell’Italia in Jugoslavia, dai 100.000 jugoslavi deportati e internati, alle violenze jugoslave del settembre ’43 e maggio ’45, fino all’esodo italiano.

(more…)

Tre ragioni per essere antiproibizionisti

8 febbraio, 2014

Illegale è la leggeSono tre le ragioni che giu­sti­fi­cano un cam­bio radi­cale di stra­te­gia intorno alle dro­ghe e una svolta non proi­bi­zio­ni­sta e non punitiva.

(more…)

“Perché io decido”. Noi con le donne spagnole

1 febbraio, 2014

manifestazione donneLe donne italiane dicono NO al tentativo di limitare la libertà delle donne spagnole, il loro diritto all’autodeterminazione e la scelta di una maternità consapevole.

(more…)

Gli anni spezzati, la frase che manca

10 gennaio, 2014

Giuseppe PinelliIl film-tv di Graziano Diana, dedicato al commissario Calabresi, riscrive un periodo del nostro paese senza né storia né verità. Le bugie dello Stato, le montature contro gli anarchici, il buio che ancora avvolge la morte di Pinelli, scompaiono come in una foto sbianchettata.

(more…)

Una coperta per Gaza!

4 gennaio, 2014

APPELLO

Free Palestine

La situazione a Gaza diventa sempre più drammatica. Il continuo assedio e l’embargo israeliano insieme alle ultime circostanze climatiche hanno reso disastrosa la vita di 1.800.000 cittadini palestinesi, sopratutto per la mancanza di elettricità e l’inquinamento dell’acqua potabile.

Con il patrocinio dell’Ambasciata dello Stato di Palestina, L’Unione delle Comunità Palestinesi in Italia in collaborazione con l’Unione Generale delle Donne in Palestina lanciano la Campagna di raccolta fondi per l’acquisto di una Coperta per Gaza (20 euro a coperta), necessaria per affrontare la durezza dell’inverno e di questo stato d’emergenza.

Le donazioni (20 euro a coperta) andranno indirizzate a:

“Una coperta per Gaza”/ Missione diplomatica palestinese/Iban: IT 36 E 02008 05211 000021004086

La vostra donazione è un sostegno per la vita.

Si invitano tutte le associazioni, le organizzazioni nonchè le persone fisiche ad aderire a questa campagna al seguente indirizzo: comunitapalestineseitalia@hotmail.com

Se la polizia di Stato oltrepassa la «linea rossa»

4 gennaio, 2014

g8Vedere agli arre­sti diri­genti così impor­tanti, e così tute­lati dal potere poli­tico, aggiunge sale su una ferita aperta. Sono ai domi­ci­liari, seb­bene incen­su­rati, per­ché hanno rifiu­tato di chie­dere scusa per quanto acca­duto alla Diaz, per­ché hanno dimostrato di non aver capito la gra­vità di quanto acca­duto. In una parola: non hanno accet­tato la sen­tenza di con­danna.

(more…)